Home   Ecco svelato il brevetto su Google Panda
ago
2
2011

Ecco svelato il brevetto su Google Panda

Svelato il brevetto di Google Panda

Prendiamo in considerazione un articolo di SEO by the SEA (tradotto da Marketing Arena), ha sco­vato un inte­res­sante bre­vetto, depo­si­tato da Goo­gle lo scorso 24 feb­braio, lo stesso giorno in cui Goo­gle Panda è entrato in fun­zione.

Ecco il link all’articolo in lingua originale: Articolo Google Panda Brevetto 

In pratica nel brevetto in questione vengono riportati alcuni parametri di funzionamento del software su cui si baserebbe Google Panda, i passi principali possono essere riassunti in 4 passaggi:


  • 1. Qual­cuno digita una query specifica;
    2. Il motore di ricerca resti­tui­sce una lista di risul­tati corrispondenti alle query basata su IR (Infor­ma­tion Retrie­val) e link-basedscores;
    3. Le pagine sono riclassificate in base alle sta­ti­sti­che di uti­lizzo;
    4. I risul­tati così otte­nuti sono pon­de­rati con altre infor­ma­zioni, come Page­Rank, tempo di cari­ca­mento della pagina, qualità dei contenuti ecc….
     
     

La formula segreta di Google Panda Svelata

Ecco il brevetto originale: Brevetto google panda???

In una versione particolare del brevetto, i documenti possono essere organizzati  attraverso l’assegnazione di  un punteggio totale che equivale al punteggio di utilizzo moltiplicato per la radice quadrata del punteggio IR.

Il punteggio IR è dato dal query-term-based score (ad esempio il Page Rank).

Il punteggio di utilizzo potrebbe essere calcolato tenendo conto della frequenza di visita  moltiplicata per il numero di utenti univoci moltiplicata per la lunghezza del percorso.

La frequenza di visita è uguale a:

log 2 (1 + log (VF) / log (MAXVF)),

dove VF è il numero di volte che il documento è stato visitato in un mese

MAXVF è impostato a 2000.

Se VF è noto e se vi sono meno di 10 utenti unici esso ha un valore pare a   0,5 * UU/10;.

altrimenti è uguale a 0.5 * (1 + UU / MAXUU)

dove UU è il numero di host unici / IP che hanno accesso a quel documento in un mese,  MAXUU è impostato a 400.

Il punteggio lunghezza del percorso è uguale a log (K-PL) / log (K).

PL è il numero di caratteri nel percorso del documento

K è impostato su 20.

 

Ricapitolando la formula segreta per una possibile applicazione è:

clip_image002

Dove IR(score) è: query-term-based score, nel nostro caso potrebbe andare bene il page rank

P.utilizzo è data: clip_image002[5]

 

Freq. Visita è data da:

clip_image002[7]

dove VF è il numero di volte che il documento è stato visitato in un mese

MAXVF è impostato a 2000.

Se VF noto * <10

clip_image002[9]

in caso contrario:

clip_image002[11]

dove UU è il numero di host unici / IP che hanno accesso a quel documento in un mese

MAXUU è impostato a 400

Utenti unici:  n. utenti che hanno avuto accesso al documento in quel periodo (mese)

Lunghezza del percorso:

clip_image002[13]

PL è il numero di caratteri nel percorso del documento

K è impostato su 20.

 

Applicando le formule otteniamo la soluzione al problema! bello vero Sorriso 

In pratica, come era lecito aspettarsi, il documento svela solo alcuni casi specifici e non vale per la totalità delle possibili combinazioni a cui Google Panda potrebbe avvicinarsi per colpire.

Per il futuro sarebbe opportuno tenere sotto controllo alcuni parametri tra cui:


Fre­quenza delle visite: ovvero il numero delle volte che una pagina è stata visi­tata in certo periodo, al netto delle visite di robot o di altri agenti auto­ma­tici;


Numero degli utenti: ovvero il numero degli utenti che hanno visi­tato il docu­mento in un deter­mi­nato periodo;


Sta­ti­sti­che utenti: ovvero coe­renza delle visite con l’argomento della pagina.
 

 

Ma non è finita qui… Google ha acquistato oltre 1000 brevetti da IBM

Google è stato recentemente coinvolto in una feroce guerra con Apple, Microsoft ed altri Competitor in merito ad oltre  6.000 brevetti depositati da Nortel. Un post al blog ufficiale di Google, Brevetti e innovazione , dal Senior Vice President di Google e General Counsel Kent Walker all'inizio di aprile ha discusso la riforma dei brevetti e la necessità di una società di difendersi da avere un portafoglio di brevetti formidabile.

Google ha registrato oltre 1.030 brevetti rilasciati da IBM i quali coprono una vasta gamma di argomenti, dalla fabbricazione ed architettura dei chip di memoria e microprocessori, fino all’architettura di computer come server e router . Un certo numero di brevetti coprono anche le basi di dati relazionali, programmazione orientata agli oggetti, e una vasta gamma di processi aziendali.

Indiscrezioni affermano che alcuni di questi brevetti saranno applicati entro la fine del 2011 ai nuovi algoritmi del Search Engine core di Google.

Ma quando verrà attivato Google Panda in Italia avremo delle belle sorprese… voi cosa ne pensate?

Buone vacanze a tutti, vi aspettiamo a settembre con nuovi corsi SEO. Contattateci ultimi posti disponibili….

Fonte Parziale: SEO by SEO e Marketing Arena


corsi seo aziendali

Condividi la notizia / Shared on :
OkNotizie  Manuale SEO

Copyright © LibroSEO: puoi ripubblicare i contenuti di questo post solo parzialmente e solo inserendo un link al post originale.
blog comments powered by Disqus

Libro SEO

SEO e SEM Guida avanzata al Web Marketing 2° EDIZIONE

Edizioni FAG Milano

Autore: Maltraversi Marco

ISBN 978-88-6604-238-9

Pagine 496

Prezzo di copertina: 37 €



Argomenti del libro e indice

Contenuti SEO Extra

Presentazione del libro SEO

Rassegna stampa

Acquista Libro SEO

Corso SEO 2014, Corsi SEO Aziendali.

Tools SEO

Una serie di utility e strumenti SEO gratuiti, scoprili tutti...


seo-tools Aggiornamenti algoritmo Google

Hosting Facebook

Hosting facebook

siti web e posizionamento

Creazione e Sviluppo siti web
Sviluppo siti web

Iscrivita alla newsletter

Iscriviti Gratis Ebook in omaggio! Sviluppo siti web

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.
Per il materiale di terzi, laddove possibile, sono indicati la fonte e i termini di licenza. Nel caso di problemi siete invitati a contattarci, grazie.