Google ha problemi con lo SPAM?

Molti pensano che Google sia un motore di ricerca perfetto, ma a nostro avviso questo non è sempre così.

L’aumento dei siti web, i social network e via dicendo rendono la rete sempre più ingestibile e, per tale motivo, Google ha implementato algoritmi proprio per combattere lo SPAM e la compravendita di link. Come vedrete nel nostro Libro SEO (SEO e SEM Guida avanzata al Web Marketing) esistono situazioni in cui Google (ma anche altri motori di ricerca) non risulta impeccabile… anzi.

Un ultimo caso eclatante ripreso anche NYTimes: The Dirty Little Secrets of Search.

JCPenney, un’azienda che è riuscita a scalare le classifiche prendendosi letteralmente gioco di Google e dei suoi algoritmi semplicemente grazie ad una compravendita di link e spazi pubblicitari. Infatti tale società era ai primi posti per chiavi di ricerca molte competitive generando un elevato traffico verso il proprio sito web; ma come avrà fatto? Acquistando link ottimizzati, e permettendo in questo modo di scalare piano paino posizioni fino ad arrivare in testa…. Ora la situazione, dopo una segnalazione, è stata ripristinata… ma quanti casi JCPenny ci saranno al mondo?

Ma Google non ha sempre affermato che l’acquisto di link è una pratica scorretta e che i loro algoritmi sono in grado di individuare tali “situazioni”? Ricordiamo il post:http://www.mattcutts.com/blog/how-to-report-paid-links/

Evidentemente i problemi sussistono e la lotta contro lo SPAM è ancora in atto. Google è molto bravo a far credere alla gente che tutto funziona perfettamente, che i loro algoritmi sono i migliori e via dicendo… ma forse c’è ancora molto da migliorare…

Voi che idee vi siete fatti in merito?

Tutte le altre informazioni sullo SPAM e la lotta dei motori di ricerca (non solo di Google) per combatterlo le troverete sul nuovo libro SEO: SEO E SEM Guida Avanzata al Web Marketing 

Share